usd/jpy: short su resistenza statica

Usd/jpy, una delle major del Forex market, ha offerto una bella opportunità short su una resistenza statica. Il trade di cui vado a parlare è un tipico esempio di price action, ossia un trade basato esclusivamente sul movimento del prezzo in una determinata area del grafico.
Cominciamo col guardare lo screenshot di seguito che mostra, sul grafico settimanale (W1), un chiaro trend ribassista.

usd_jpy_w1

La linea blu tracciata orizzontalmente indica in maniera chiara un importante livello di supporto; l’ellisse di colore nero che ho tracciato evidenzia come il prezzo in area 111.447 “rimbalzi” più e più volte. Ecco dunque un livello di supporto “statico” da tenere in considerazione.

Il supporto, dopo vari tentativi da parte del prezzo, viene rotto in maniera molto decisa e il prezzo, dopo tre settimane di movimento ribassista, torna al livello precedentemente tracciato, stavolta, però, dal basso verso l’alto: ecco dunque che il supporto diventa resistenza (cerchio giallo a sinistra).

A questo punto il prezzo ritraccia e sembra quasi che vada a “cercare” la resistenza statica. Infatti, dopo quattro settimane di ritracciamento rialzista, il prezzo arresta la sua corsa proprio in area 111.47 (cerchio giallo di destra).

Fin qui l’analisi di mercato. I ritracciamenti e i continui test sul livello di supporto/resistenza non hanno dato però spunti operativi; almeno non sul grafico W1. Guardiamo allora cosa accade sul grafico giornaliero (D1) e se possiamo trovare qui degli spunti operativi:

usd_jpy_d1

Sul grafico D1 si forma una pin! Il segnale più potente di inversione. Il massimo della pin che si viene a formare coincide esattamente con il livello di resistenza statico. Inoltre è un segnale di inversione ribassista e noi sappiamo, dopo aver analizzato il macrotrend sul grafico W1, che siamo in presenza di un trend short.

Dunque abbiamo:

  • Trend short;
  • importante livello di resistenza;
  • formazione di una pin d’inversione ribassista su tale livello;
  • la pin bar offre un ottimo rapporto risk/reward…quindi…

Entriamo a mercato. Naturalmente a favore di trend, quindi ingresso short sotto il minimo della pin bar, con stop loss sopra il massimo della stessa.

Nello screenshot del grafico D1 si vede come il prezzo riprenda in maniera decisa l’andamento del trend principale consentendoci subito un buon gain e la possibilità di andare in break even in maniera pressoché immediata.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di condividerlo, oppure lascia un commento utilizzando il box in basso.

Buon trading!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.