TLTRO e tassi fermi: ecco la ricetta di Draghi.

TLTRO e tassi fermi per tutto il 2019; questa è, in estrema sintesi, la ricetta che il Presidente della BCE Mario Draghi intende porre in essere per provare nuovamente a dare una spinta all’economia.

Draghi ha sottolineato che il momento particolarmente recessivo dell’eurozona impone stimoli esterni e che, a partire da settembre 2019 e fino a marzo 2021, sarà avviata una nuova serie di TLTRO.

TLTRO sta per Targeted Longer Term Refinancing Operations; si tratta in pratica di un prestito erogato dalla BCE alle banche a tasso agevolato (tasso che può anche essere negativo) per un periodo massimo di quattro anni.

Questa operazione, naturalmente, viene fatta per immettere nel mercato, attraverso appunto le banche, nuova liquidità con la quale favorire il prestito bancario al settore privato e stimolare l’economia reale.

Parallelamente a ciò, come detto, il tasso d’interesse sull’euro rimane a zero per tutto il 2019 almeno.

E dunque: TLTRO e tassi fermi; funzionerà? Nessuno può dirlo.

Ma come ha reagito la valuta unica, ossia l’Euro, a questa decisione della BCE?

Prima di rispondere pubblico lo screenshot weekly del pair EUR/USD:

 

eur/usd
eur/usd

L’immagine sopra non necessita di molti commenti: nella sola giornata di ieri, anzi nel solo pomeriggio, dopo l’ufficialità delle intenzioni della BCE, l’Euro ha “ceduto” al Dollaro americano 113 pips;

la valuta unica ha toccato un minimo in area 1.1175, livello più basso da Giugno 2017.

L’Euro, quindi, ha violato il supporto storico a 1.1300 e ha sfiorato un altro supporto storico a 1.1165 confermando, tra l’altro, la sua fase ribassista;

supporto, quest’ultimo, che a questo punto assume grande importanza.

Il calo dell’Euro si è comunque registrato in rapporto a tutte le valute più importanti del Forex.

Certamente questa decisione della BCE, peraltro neanche inaspettata, ha consolidato, soprattutto sul pair principale, ossia EUR/USD, una situazione in essere già molto definita, ovvero la fase ribassista.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di lasciarmi un commento utilizzando il box i basso, grazie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.