Oltrepassata la resistenza sul Kiwi grazie ad un gap.

E’ stata oltrepassata la resistenza sul Kiwi, nome gergale del pair NZD-USD, in virtù del gap formatosi in apertura di settimana.

Si può comprendere meglio osservando lo screenshot weekly:

 

oltrepassata la resistenza sul Kiwi
oltrepassata la resistenza sul Kiwi

il trend short, in atto dallo scorso mese di Marzo, è in fase di controtrend, come indicato dalla freccia;

questa fase di controtrend, tuttavia, fino alla scorsa settimana, mostrava chiare difficoltà a violare la resistenza posta in area 0.6425.

Questo fino alla scorsa settimana:

la candela di venerdì scorso, infatti, ha chiuso le quotazioni in area 0.6414 mentre la candela relativa alla settimana in corso ha aperto le contrattazioni in area 0.6429;

15 pips di gap.

Questo gap, evidenziato dall’ellisse di colore azzurro, ha fatto si che la resistenza venisse oltrepassata senza essere “attraversata” dal prezzo.

E’ una differenza tecnica che in fase di analisi non è molto importante, ma lo diventa quando si deve passare alla fase operativa.

Dunque, NZD-USD ha superato la resistenza a 0.6425;

vediamo ora lo stesso screenshot di prima, però con i ritracciamenti di Fibonacci:

oltrepassata la resistenza sul Kiwi
oltrepassata la resistenza sul Kiwi

la fase di controtrend in atto si sta avviando verso il 50% del ritracciamento di Fibonacci;

50% che è molto vicino al successivo livello di resistenza posto in area 0.6520: si può affermare, quindi, che questo sia un punto del grafico molto importante;

è in quest’area, infatti, che andrà colta un’opportunità di trading qualora si formasse un pattern di prezzo potenzialmente profittevole.

In conclusione: la fase di controtrend sul Kiwi ha ripreso vigore dopo il superamento dell’area di resistenza;

il pair, in virtù di ciò, va monitorato con maggiore attenzione nel corso di questa settimana.

C’è attesa, intanto, per l’ intervento che terrà il nuovo Presidente della BCE Lagarde oggi alle 15:00;

ci si aspetta, dopo le parole di insediamento, che dia continuità alla politica economica di Draghi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.