Le scuole di trading e la formazione one-to-one.

Le scuole di trading in Italia non sono molte, ma sono di ottima levatura.

La formazione sul Forex trading in Italia è di qualità; questo va detto subito e senza indugio.

L’Italia è un Paese all’avanguardia, in Europa, per ciò che riguarda il trading online, sia praticato che insegnato. Le eccellenze sono tante.

I primi corsi di formazione sul trading risalgono ai primi anni duemila, cioè quasi vent’anni fa.

In Italia la formazione sul trading, attraverso una scuola, può essere soltanto di due tipi:

  • dal vivo, quindi con la presenza fisica in aula;

  • online, cioè attraverso dei webinar.

Queste due diverse modalità di apprendimento presentano dei vantaggi e degli svantaggi, vediamo quali sono.

La formazione dal vivo ha il vantaggio dell’interazione diretta:

il corsista ascolta di persona il relatore, può intervenire direttamente per fare domande e, se il corso è organizzato bene, può avere un contatto diretto alla fine della lezione.

Lo svantaggio, invece, consiste nel fatto che i corsi in aula sono sostanzialmente delle full-immersion;

ciò vuol dire che, una volta tornato a casa, il corsista, soprattutto se è al suo primo approccio col trading, potrà trovare difficoltà a superare ostacoli di natura tecnica che, inevitabilmente, gli si presenteranno.

La formazione online, invece, avvantaggia il corsista perché viene fatta attraverso dei webinar, ossia delle lezioni su internet attraverso una chat dedicata.

Questi webinar possono consentire alla scuola di formazione di “spalmare” gli argomenti in più lezioni evitando la full-immersion.

Lo svantaggio?

La comunicazione su Internet è una comunicazione “fredda”, senza interazione fisica;

se il corsista ha una domanda da porre deve scriverla in chat e attendere la risposta del relatore;

non è detto, se le domande sono tante, che il corsista riesca ad ottenere una risposta e non è detto che la risposta, considerando i tempi di un webinar, sia sempre esaustiva.

Le scuole di trading maggiormente organizzate, in Italia, le ho frequentate, ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo;

per esperienza diretta posso dire che, in definitiva, per diventare un bravo trader bisogna farsi affiancare da un professionista;

la formazione one-to-one è, in assoluto, la soluzione migliore;

ma non è affatto in contrapposizione con la formazione attraverso una scuola. Per cominciare un corso in aula, oppure online, è un’ottima scelta.

p.s. è da segnalare, intanto, che l’accordo di massima tra la Cina e gli Stati Uniti ha determinato un nuovo record del petrolio (fonte wallstreetitalia).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.