La svalutazione competitiva

La svalutazione competitiva è il fenomeno con cui in economia si definisce una particolare azione compiuta dalle banche centrali per rilanciare l’economia. Qual è questa azione? Vediamolo insieme.
Premessa: quando l’economia di un Paese è in crisi, la Banca Centrale manipola il tasso d’interesse della valuta di quel Paese; come? Abbassandolo.
Abbassare il tasso d’interesse della propria valuta ottiene l’effetto di deprezzarla e questo comporta che:

  1. viene favorito l’accesso al credito;
  2. vengono stimolate le esportazioni.

Contestualmente a ciò viene solitamente varato un piano di Quantitative Easing (QE), ossia di immissione di liquidità nel circuito economico di quel Paese per “inflazionare” la valuta.
Come dicevo al punto due, questa operazione di deprezzamento rende più competitive le operazioni di esportazione delle aziende di quel Paese e punta quindi a rilanciare l’economia.
Nel momento in cui un Paese compie una scelta del genere per rilanciare l’economia è prevedibile che anche gli altri Paesi lo facciano, per mantenere competitive le proprie aziende sui mercati internazionali.

Ecco che, cosi facendo, si crea quella che viene definita svalutazione competitiva o anche, in maniera più roboante, guerra delle valute. Una pratica che viene fortemente criticata dai Paesi emergenti che giudicano poco ortodosse queste decisioni considerate non in linea con un’idea di libera competizione sui mercati.


   3 Comments


  1. simone
      16 Dic 2016

    non è un cazzo vero

    • Francesco Castaldo
        17 Dic 2016

      Ciao Simone,
      io accetto qualsiasi tipo di critica, ci mancherebbe. Però preferirei che fossero critiche costruttive, circostanziate, relative all’argomento in questione; in modo tale da permettere di migliorare il contenuto qualitativo del blog, a beneficio di tutti. Non credo che commenti come il tuo ottengano lo scopo.
      Tuttavia lo pubblico, sperando di ottenere da te, prossimamente, commenti di ben altro spessore.
      Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.