La manipolazione del tasso d’interesse: come avviene e perché.

La manipolazione del tasso d’interesse avviene ad opera della Banca Centrale di un Paese.

Com’è noto, una delle funzioni principali della Banca Centrale di un Paese è quella di garantire la stabilità dei prezzi e, di conseguenza, una bassa inflazione.

Per fare ciò, la Banca Centrale agisce, appunto, attraverso la manipolazione del tasso d’interesse. Vediamo come.

Il tasso d’interesse di una valuta rappresenta il prezzo del denaro, ossia la percentuale di interesse, appunto, che deve essere corrisposta dal debitore al prestatore.

In un contesto di economia debole, la Banca Centrale di un Paese abbassa il tasso d’interesse della valuta per stimolare la circolazione della stessa e far si che si eviti il rischio di stagnazione.

Questa politica monetaria viene definita di tipo “accomodante”.

Viceversa, se l’economia è forte e c’è la tendenza che la valuta inizi a circolare in quantità sempre maggiore, la Banca Centrale alza il tasso d’interesse;

in questo modo il prezzo del denaro aumenta e, di conseguenza, costa di più l’interesse da pagare su un prestito.

Automaticamente, con l’aumento del tasso d’interesse, diminuisce la circolazione di valuta e l’inflazione comincia a diminuire.

Questa politica monetaria viene definita di tipo “restrittivo”.

Esiste poi una politica monetaria di tipo “neutrale”, si attua semplicemente quando l’economia di un Paese è forte ma il livello di inflazione è ancora sotto controllo;

in questo caso, la Banca Centrale si limita a monitorare l’andamento dell’inflazione ma senza intervenire.

Capire come e perché avviene la manipolazione del tasso d’interesse è importante per chi si occupa di trading sul Forex;

non da un punto di vista strettamente operativo, ma per capire lo stato di salute dell’economia di quel determinato Paese.

In questo momento, per esempio, il tasso d’interesse dell’Euro è pari a zero; questo, più di ogni altro dato, indica che l’economia dell’intera eurozona è in stagnazione/recessione.

Da qui, da questo dato, si parte per poi andare ad analizzare tecnicamente i cross principali del Forex nei quali è presente l’Euro.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di lasciarmi un commento utilizzando il box in basso, grazie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.