La FED rivede le stime sull’economia USA.

La FED rivede le stime sull’economia USA in riferimento al biennio 2019/2020.

Nella giornata di ieri il Presidente Jerome Powell ha comunicato che i tassi d’interesse sul Dollaro rimarranno fermi al 2.50% per tutto il 2019.

La Banca Centrale americana, a dire il vero, si è spinta ad affermare che probabilmente anche per l’anno 2021 i tassi rimarranno invariati.

Questa decisione, per molti analisti largamente attesa, sottolinea in maniera inequivocabile che l’economia USA è in rallentamento, ecco perché la FED rivede le stime.

Purtuttavia, fa sapere la FED, per il mercato del lavoro non si prevedono particolari flessioni; esso rimane sostanzialmente stabile.

Da un punto di vista tecnico, però, il mancato rialzo dei tassi d’interesse ha portato ad un deprezzamento del Dollaro americano nei confronti dell’Euro;

di seguito lo screenshot weekly:

 

eur/usd
eur/usd

il biglietto verde infatti, nella giornata di ieri, si è deprezzato di 74 pips sulla valuta unica; il pair EUR/USD è arrivato a testare, come si vede, il livello di resistenza statico in area 1.1450.

E’ una fase, quella attuale di EUR/USD, alquanto altalenante: nelle ultime tre settimane il pair principale del Forex ha fatto registrare escursioni di prezzo di oltre 200 pips;

queste escursioni hanno portato, ad esempio, alla violazione del supporto statico in area 1.1300; un supporto che non veniva violato da quasi due anni.

Nonostante ciò, la vision su EUR/USD rimane ribassista e lo sarà certamente fino a quando il prezzo si manterrà al di sotto del livello 1.1450.

Non si tratta di un andamento molto regolare, nè tantomeno sinuoso, ma la presenza di massimi e minimi decrescenti ci fa capire chiaramente che il trend è short.

La chiusura della candela settimanale, su EUR/USD, ci potrà dare qualche ulteriore informazione di carattere tecnico.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di lasciarmi un messaggio utilizzando il box in basso, grazie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.