La Brexit è stata prorogata.

La Brexit è stata prorogata al prossimo 31 Ottobre.

I Paesi membri dell’UE sono riusciti a trovare un nuovo accordo con la Gran Bretagna; il tutto pur di evitare la famosa hard-Brexit che, va detto, non ha mai trovato molti estimatori.

Dunque una nuova deadline, tra sei mesi.

Sei mesi concessi alla Gran Bretagna per provare ancora a trovare un accordo interno.

La proroga concessa al Regno Unito, però, contiene una “clausola”: ossia l’obbligo di partecipare alle prossime elezioni europee;

se ciò non accadesse scatterebbe automaticamente la Brexit senza accordo il prossimo primo Giugno.

Insomma come dire: prendere o lasciare. La palla, ora, passa nuovamente al Governo britannico. Saranno cruciali, per forza di cose, i prossimi mesi.

La Sterlina? Beh, a dire il vero, dopo che è stata resa nota la notizia che la Brexit è stata prorogata, non si sono registrati grossi movimenti.

Se prendiamo come riferimento il pair GBP/USD, noteremo certamente un apprezzamento della Sterlina da inizio settimana (mentre scrivo circa 50 pips da lunedì) ma nessuna impennata o inizio di rally.

Di seguito lo screenshot weekly:

 

gbp/usd
gbp/usd

la freccia di colore nero indica, appunto, la candela settimanale in atto;

si può notare, come detto, il lieve apprezzamento della Sterlina da inizio settimana.

E’ però più importante notare che questa candela si colloca nell’ambito di una fase di forte congestione (evidenziata dall’ellisse di colore azzurro).

Questo significa che, comunque, GBP/USD in questo momento non ha una direzionalità in atto;

e che questa situazione di lateralità/congestione potrebbe essere il frutto di una fase attendistica che potrebbe durare non poco.

In tutto ciò restano come livelli di riferimento il supporto in area 1.3000 e le due resistenze, poste rispettivamente in area 1.3200, 1.3300.

Va detto, in conclusione, che anche nei confronti delle altre valute la Sterlina non ha fatto registrare sostanziali variazioni.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di lasciarmi un messaggio utilizzando il box in basso, grazie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.