Ingresso short su EUR/NZD

L’ingresso short su eur/nzd di cui parlo in questo articolo è un ottimo esempio di trade facile da leggere, da eseguire e da gestire.
Vediamolo nel dettaglio. Come si vede nella figura in basso siamo su un grafico giornaliero (D1). Ho volutamente zoommato l’immagine in modo da evidenziare bene i concetti che andrò a spiegare. Come si vede chiaramente siamo in presenza di un trend ribassista, esso risulta:

  • ottimamente inclinato;
  • ben bilanciato nel numero dei cicli;
  • con un segnale d’ingresso chiarissimo da individuare.

eur_nzd_D1

La trend line passante per i massimi non fa altro che evidenziare chiaramente quanto appena descritto.

Come ho scritto sopra il trend evolve in maniera pulita, lineare, con cicli di prezzo molto ben definiti. A questo punto un trader che si rispetti non deve far altro che monitorare il trend ed aspettare l’eventuale ingresso a mercato. Ovviamente trovandoci in presenza di un chiaro trend ribassista il nostro ingresso sarà short. Ecco che il trend nella sua prosecuzione, alla chiusura del terzo ciclo, ci fornisce il segnale d’ingresso: la pin candle. La pin candle che si forma è visibile anche ad occhio, non necessita di alcun tipo di calcolo ulteriore per essere individuata. Una volta che si chiude è possibile inserire il nostro ingresso short a mercato; come sempre settato sul massimo e minimo della stessa pin. Il mercato va immediatamente nella direzione prevista e fornisce già nel giorno successivo un ottimo gain. In questa operazione, quindi, anche la gestione della posizione risulta molto semplice. Già alla chiusura del giorno successivo si è oltre il rapporto 1:1 in quanto a rischio rendimento. Il mio suggerimento, in questo caso, è di portare subito lo stop oltre il punto d’ingresso e, nello stesso tempo, lasciar correre l’operazione.
In ultimo: suggerisco di tenere questa operazione come modello, per un successivo riferimento vista la facilità di ingresso e gestione del trade.

p.s. Ricordati sempre di rispettare le regole del money management, altrimenti una buona strategia a lungo andare risulterà assolutamente fallimentare.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di condividerlo o di commentarlo. Buon trading.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.