Germania e Francia aprono ad un accordo sulla Brexit.

Germania e Francia aprono ad un accordo sulla Brexit.

L’indiscrezione, pubblicata da Bloomberg, è di quelle che possono stravolgere le situazioni tecniche già consolidate sui mercati (e sul Forex, come vedremo in seguito, ce ne sono…).

In sostanza sembra che la Germania e la Francia sarebbero disposte a concedere importanti aperture nel negoziato sulla Brexit; la notizia è importante perché va ricordato che il Regno Unito, che deve uscire definitivamente dall’Ue entro il mese di Marzo 2019, non ha ad oggi una comune e coerente linea di condotta da presentare alla stessa UE.

Germania e Francia aprono e la Sterlina va su, quindi, e questo movimento al rialzo della Sterlina, come anticipato prima, stravolge alcune situazioni tecniche ben definite.

Sul Forex una in particolare, riguardante GBP/JPY, di cui avevo parlato nei giorni scorsi, ha subito il movimento di apprezzamento della valuta britannica.

Di seguito lo screenshot weekly:

il trend ribassista, ancora in atto sia chiaro, aveva formato la scorsa settimana una pinbar d’inversione ribassista che aveva “testato” il livello 145.35 per poi chiudere al di sotto di esso (freccia nera).

Su questa pinbar era corretto inserire un ordine a favore di trend, ossia short.

Nella sola giornata di oggi, mentre scrivo, la Sterlina ha “preso” allo Yen giapponese 126 pips (a causa, appunto dell’indiscrezione pubblicata da Bloomberg); questo, sul grafico settimanale, si è tradotto in un brusco movimento al rialzo che sta facendo muovere il prezzo nuovamente verso il livello 145.35.

Che fare a questo punto?

Visto che io suggerisco sempre di inserire ordini pendenti, nel caso di GBP/JPY l’eventuale ordine short posto sotto la pinbar non è ancora stato preso in carico;

siccome il brusco movimento al rialzo porta il prezzo nella direzione opposta a quella prevista, ritengo sia corretto eliminare l’ordine dal mercato ed aspettare di capire se questo movimento sarà riassorbito dal macro-trend o se invece sarà l’inizio di una nuova direzionalità.

La gestione di questo imprevisto è importante anche per capire l’utilità degli ordini pendenti.

Se quest’articolo ti è piaciuto ti prego di condividerlo, altrimenti puoi lasciarmi un commento utilizzando il box in basso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.