Euro-Dollaro ha toccato quota 1.1015. Spallata IFO.

L’Euro-Dollaro ha toccato quota 1.1015 appena si sono riaperte le contrattazioni, nella giornata di oggi.

Un’ulteriore spallata al ribasso della valuta unica potrebbe averla data l’IFO, ossia l’indice che misura, in Germania, la fiducia delle aziende.

Questo dato, l’IFO, ossia Information und Foschung, è stato pubblicato stamattina alle 10:00 ed è risultato inaspettatamente al di sotto delle attese (leggi qui per il dettaglio).

Certamente questo dato negativo può aver contribuito a deprezzare l’Euro nei confronti del Dollaro americano,

ma certamente la valuta unica era già, da alcune settimane, in fase calante.

Osserviamo lo screenshot weekly:

 

Euro-Dollaro ha toccato quota 1.1015
Euro-Dollaro ha toccato quota 1.1015

La fase di ribasso dell’Euro, inizialmente, poteva essere considerata come una fase di controtrend relativa al nascente trend long;

invece, questa fase di ribasso si è mostrata uguale e contraria alla precedente fase di rialzo.

Ecco perché, di fatto, si può affermare che il pair Euro-Dollaro sia entrato in fase di lateralità.

Il livello in area 1.1015 è stato toccato dopo quasi due mesi;

si tratta di un livello che, soprattutto nel mese di Novembre, ha respinto ogni tentativo di violazione da parte del prezzo (rettangolo giallo).

Come detto, ora la fase direzionale su Euro-Dollaro è nuovamente laterale;

questo, da un punto di vista operativo, obbliga a nuove considerazioni.

I livelli di riferimento per ora sono rappresentati dalla resistenza in area 1.1075 e, appunto, dal supporto in area 1.1015;

sempreché il prezzo non continui la sua corsa al ribasso violando anche quest’ultimo.

In quel caso bisognerà verificare se ci troveremo in presenza di un rally ribassista o di una nuova fase trend short.

Non va dimenticato, altresì, che questa è la settimana della Brexit,

per cui un eventuale movimento della Sterlina, al rialzo o al ribasso, potrebbe influenzare la direzionalità delle altre major del Forex,

a partire proprio da Euro-Dollaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.