Dati positivi USA, il dollaro si apprezza

Gli ultimi dati in ordine di tempo, relativi all’economia americana, risultano essere tutti positivi. Il dollaro, in maniera quasi inevitabile, si apprezza nei confronti dell’euro e, in generale, nei confronti di tutte le principali valute mondiali.
Procediamo con ordine. Ieri è stata pubblicata la notizia relativa alle scorte di greggio negli U.S.A.; ebbene il dato è stato positivo, con un calo delle scorte di circa 600.000 barili. Perché è un dato importante? Perché significa che cala la quantità di barili rimasti invenduti e, di conseguenza, l’eccesso di offerta sui mercati.
L’altra notizia positiva per l’economia americana riguarda il mercato immobiliare. Anche in questo caso le notizie sono incoraggianti: si è verificato un incremento della vendita di case nuove negli U.S.A., anche se inferiore alle attese, segno importante, comunque, dell’aumento della fiducia e della capacità di spesa dei cittadini americani.
In tutto ciò, come dicevo, il dollaro si apprezza. L’altro ieri, 25 ottobre, nei confronti dell’euro è arrivato in area 1.0850; il massimo dal mese di marzo 2016, e comunque, da circa due settimane, costantemente sotto la soglia psicologica dell’ 1.10.
Gli analisti a questo punto ritengono sempre più probabile un rialzo dei tassi per la fine del 2016; naturalmente non adesso poiché tutte le attenzioni sono concentrate sull’esito delle presidenziali americane.

Se quest’articolo ti è piaciuto condividilo, oppure lasciami un commento utilizzando il box in basso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.